67° GIORNATA PER LE VITTIME DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO

La Giornata Nazionale – istituzionalizzata nella seconda domenica di ottobre con D.P.C.M. nel 1998, su richiesta della Associazione ANMIL – vedrà attivarsi contemporaneamente tutte le Sedi ANMIL, coinvolgendo circa 50.000 persone tra soci e familiari.

Per il 2017, la manifestazione nazionale sarà ospitata dalla città di Cagliari e, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, nel Conservatorio Statale di Musica, Giovanni Pierluigi da Palestrina (Piazza E. Porrino, 1) si svolgerà la Cerimonia Civile alla quale le massime istituzioni nazionali e locali sono state invitate a partecipare per una tavola rotonda di confronto e di impegno per una maggiore prevenzione degli infortuni sul lavoro ed una più adeguata tutela delle vittime di infortuni e dei loro familiari.

Visita il sito ANMIL per maggiori informazioni

“LA GIORNATA PER LE VITTIME DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO” affonda le sue radici nella storia dell’ANMIL (fondata nel 1943). Il Comitato Esecutivo dell’epoca, nella riunione tenuta a Firenze il 26 Novembre 1950, deliberò che il 19 Marzo di ogni anno sarebbe stata celebrata in tutta Italia la “Giornata del Mutilato del Lavoro”, e che in tale occasione sarebbero stati consegnati i Distintivi d’onore e i Brevetti ai Grandi Invalidi.

La prima “Giornata Nazionale del Mutilato” si tenne a Roma il 19 Marzo 1951 e per l’occasione, il giorno precedente l’allora Presidente Nazionale ANMIL Bartolomeo Pastore tenne un discorso di presentazione dell’iniziativa alla radio, fatto di eccezionale rilevanza per l’epoca. Lo scopo era quello di ricordare all’opinione pubblica, alle Istituzioni ed alle forze politiche la necessità di concentrare la propria attenzione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e di garantire la giusta tutela alle vittime del lavoro e alle loro famiglie.

Manifesto 67a_gen