Si è da poco conclusa a Napoli la seconda edizione dell’HSE Symposium, simposio nazionale sulla Sicurezza Lavoro ideato e organizzato dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e dall’Associazione Europea per la Prevenzione con il supporto di Ebilav e Fondolavoro. Anche per questa edizione sono stati premiati i lavori presentati da tre giovani ricercatori italiani.

A vincere le borse di studio da 1.000 euro messe a disposizione da Ebilav e Fondolavoro sono state la Dott.ssa Anna Romano (ASL Salerno) con il lavoro intitolato “La formazione come coefficiente di protezione contro gli infortuni: nuove tecniche e valutazione dell’impatto economico sul bilancio aziendale”; la Dott.ssa Valentina Mozzi dell’Università politecnica delle Marche con il progetto “Ergolean: quando ergonomia e lean manufacturing integrano il management e la sicurezza aziendale” e la Dott.ssa Tiwana Varrecchia dell’Università Roma Tre con “Valutazioni dell’attività di sollevamento utilizzando le caratteristiche estratte da sensori indossabili”. Le menzioni sono state attribuite al Dott. Roberto Ciaramella, al Dott. Emanuele Ciampa e alla Dott.ssa  Tiziana Lucia Maione.

Grande successo per l’iniziativa, che anche quest’anno ha registrato un boom di presenze e che per la prima volta ha visto riuniti intorno ad un unico tavolo di confronto membri delle istituzioni, università, Chiesa, aziende sanitarie, organi ispettivi. L’evento si è concluso allo stadio “Landieri” di Scampia a Napoli dove si è disputata la HSE Safety Cup, partita amichevole del torneo Fair Play tra la rappresentativa del Comune di Napoli e la Nazionale Italiana Sicurezza sul Lavoro “Safetyplayers”.

“Un bilancio sicuramente positivo quello di questa seconda edizione – commenta l’Ing. Vincenzo Fuccillo, presidente di AEP, vicepresidente della Commissione Scientifica e organizzatore dell’evento – che ha visto una massiva partecipazione delle Università italiane con l’invio dei propri progetti e per la prima volta visto un confronto unico nel suo genere tra tutti i protagonisti del mondo sicurezza lavoro. Siamo felici di questo risultato e lavoriamo già per la terza edizione”.

Area Comunicazione