Tutte le idee per vivere bene l’isolamento in casa

Iorestoacasa, #Restateacasa. Il messaggio è chiaro, va ribadito ancora (purtroppo) e rilanciato senza sosta, perché è il mezzo più importante per fronteggiare l’emergenza sanitaria Covid-19. Sono tanti i lavoratori che non hanno la possibilità di vivere in casa (dove siete costretti sì, ma pur sempre in sicurezza) queste giornate. Proprio per il rispetto di queste persone in prima fila nella lotta al virus, ma anche per un sano e giusto spirito di conservazione, possiamo attivarci per rendere questo isolamento proficuo o almeno gestibile.

Non è facile stare in casa, ammettiamolo. Non è il peggiore dei mali, anzi, ma il tempo va gestito. Ecco alcuni pratici suggerimenti:

  1. LEGGETE. Scontato? No. Ci sono libri che abbiamo lasciato a metà, riviste datate ma ancora inesplorate, libretti delle istruzioni impolverati, sussidiari mai aperti. Aspettano Voi.
  2. PULITE. Non è una raccomandazione banale di questi tempi. Ci sarà sempre un angolo della vostra casa che grida vendetta, una tenda da rinfrescare, un bicchiere di cristallo da rilucidare, un soprammobile da rispolverare.
  3. BUTTATE. È il momento di fare spazio e lasciare in casa ciò che davvero serve. Gli oggetti inutili ed ingombranti che prima vi attendevano nell’angolo ora possono essere selezionati con cura. Alcuni potranno restare, altri saranno destinati al riciclo.
  4. CAMBIO DI STAGIONE. Potete dedicarvi con calma al vostro armadio. I tempi sono maturi per scegliere vestiti e abiti da sfoggiare post isolamento. Guardateli e fantasticate. Provateli per vedere se vi stanno ancora bene.
  5. DISTRAETEVI. Qualcuno vi suggerirà di informarvi, ma evitiamo di fare questo invito, poiché già lo fate e talvolta anche in maniera sbagliata. Datevi degli orari fissi per seguire gli aggiornamenti – quelli chiari ed essenziali – poi appena potete, fantasticate. Alleggerite il carico mentale immaginando posti, persone, ambienti, profumi. Distraetevi con ciò che più vi piace, che sia un film, un libro, un programma divertente.
  6. VIDEOCHIAMATE. Fatele per fare compagnia a chi è solo e per abituarvi a nuove modalità di comunicazione che resteranno per parecchio con noi.
  7. LAVORATE. Un capitolo a parte sarà dedicato al famigerato smart working. Potete portarvi avanti nella pianificazione, redigere “liste”, piani, ma anche desideri ed idee per nuovi progetti da realizzare. Potreste finalmente PULIRE LA VOSTRA MAIL!
  8. UTILIZZATE LA CREATIVITÀ. Che sia un piatto nuovo, un disegno, un brano musicale, un romanzo. Lasciate sfogo alla fantasia e perdetevi nelle attività creative e in particolare in quelle manuali.
  9. TENETEVI IN FORMA. La ginnastica si può fare benissimo in casa, ormai non c’è sportivo che non faccia video e tutorial per mostrare gli allenamenti in isolamento. I primi giorni saranno strani e difficili ma può diventare un’abitudine eccezionale.
  10. GIOCATE. Mantenete mente e fantasia con giochi di qualsiasi tipo, a tavola come online. Non si è mai troppo grandi per il gioco e riscoprirlo può essere utile per la salute mentale.
  11. #Restateacasa! Sarà per un tempo limitato ma sarà tempo prezioso per tutti coloro che ora stanno lavorando. Li aiuterete in maniera concreta ed invisibile. Solo con l’impegno di tutti la battaglia sarà vinta!

Area Comunicazione